Teatro Verdi - Terni

CONCERTO DI CAPODANNO 2010

  • Permalink  
  • Teatro Verdi - Terni

Orchestra sinfonica nazionale di Kiev
Direttore Volodymyr Syrenko
Solista Massimo Quarta

ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DI KIEV
Una delle migliori orchestre sinfoniche dell’Europa orientale, costituita nel 1918 dal Consiglio dei Ministri dell’Ucraina. Il primo direttore stabile era Oleksander Horilyj. Nathan Rachlin è stato il direttore artistico dell’Orchestra dal 1937 per 25 anni. In seguito Konstantin Simeonov, Stefan Turchak, Volodymyr Kozhuchar, Fedir Hlushchenko, Igor Blazhkov e Theodore Kuchar si sono avvicendati alla sua guida, e dall’aprile 1999 Volodymyr Syrenko ne è il direttore stabile. Tra i direttori che hanno lavorato con la NSOU dalla fondazione ad oggi spiccano i nomi di Leopold Stokowsky, Igor Markevitch, Kurt Sanderling, Evgeny Mranivsky, Kirill Kondrashyn, Evgeny Svetlanov, Gennady Rozhdestvensky. Tra i solisti, Artur Rubinstein, Yehudy Menuhin, Isaak Stern, David Oistrach, Sviatoslav Richter, Mstislav Rostropovich, Emil Gilels, Leonid Kogan, Gidon Kremer, Oleh Krysa, Monserrat Caballe, José Carreras. Alla NSOU vari grandi compositori hanno affidato la prima esecuzione delle propie opere, tra cui Sergei Prokofiev, Dmitri Shostakovich, Aram Khachaturian, Boris Lyatoshynsky, Levko Revutsky. Ha ottenuto un vasto riconoscimento internazionale in un periodo relativamente breve. Negli ultimi anni, ha registrato più di 40 cd con vario repertorio ucraino e internazionale – il più vasto mai registrato da un’orchestra dell’USSR. Nel 1994, la Australian Broadcasting Company (ABC) ha trasmesso le registrazioni della NSOU delle Sinfonie n. 2 e 3 di Boris Lyatoshynsky, presentandole come le “Migliori registrazioni dell’anno”. La NSOU ha effettuato varie tournée in Australia, Austria, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Gran Bretagna,Hong Kong, Polonia, Russia, Slovacchia, Spagna e Svizzera. L’organico è di 98 orchestrali, e il repertorio include le opere da Bach, Mozart, Beethoven, Brahms, Schubert, Bruckner, Tchaikovsky, Kalinnikov, a Rachmaninov, Skriabin, Prokofiev, Shostakovich, Lyatoshynsky, oltre a varia musica contemporanea. L’Orchestra è in grado di eseguire qualunque opera classica o moderna, balletti, ecc… L’attuale programmazione della NSOU prevede varie tournée in Australia, Austria, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Hong Kong, Polonia, Russia, Slovacchia, Spagna, Belgio, Svizzera e Italia.

VOLODYMYR SYRENKO
Nato nel 1960 in Ukraina, ha studiato al Conservatorio di Stato di Kiev dove si è diplomato nel 1989. La sua prima apparizione sul podio dell’Orchestra Filarmonica di Kiev è avvenuta nel 1983, mentre la sua collaborazione con l’Orchestra Sinfonica nazionale dell’Ukraina è iniziata nel 1989 per proseguire fino al 1991, anno in cui è stato nominato direttore artistico e direttore principale dell’Orchestra della Radio di Kiev. Nel frattempo, nel 1990 è risultato finalista al Concorso Internazionale per Direttori d’Orchestra di Praga. Nel 1997 ha ricevuto il titolo ‘Membro d’onore delle Arti’ e dal 1999 è direttore stabile dell’Orchestra Sinfonica Nazionale dell’Ukraina. Si è esibito in numerose tournée in Francia, Germania, Italia, Spagna, USA, Corea del Sud, Polonia, Slovacchia e Russia. Le sue registrazioni includono più di 200 opere e sono raccolte nella biblioteca della Radio di Kiev. Tra le varie incisioni discografiche si ricordano il Requiem di Verdi, l’Alexander Nevskji di Prokofiev, la Sinfonia n. 9 di Beethoven e il Requiem di Mozart.

MASSIMO QUARTA
Ha iniziato lo studio del violino a undici anni presso il Conservatorio T. Schipa di Lecce, proseguendo poi i suoi studi con Beatrice Antonioni al Conservatorio S. Cecilia di Roma. Successivamente si è perfezionato con Salvatore Accardo, Ruggero Ricci, Pavel Vernikov e Abram Shtern. Vincitore di numerosi concorsi – I° Premio “Città di Vittorio Veneto” 1986, I° Premio “Opera Prima Philips” 1989 – nel 1991 ha vinto il I° Premio al prestigioso Concorso Internazionale di Violino “N. Paganini” di Genova, primo italiano a ottenere questo ambito riconoscimento dopo la vittoria di Salvatore Accardo, avvenuta nel 1958. Lo straordinario successo ottenuto da questo importante riconoscimento lo ha portato a esibirsi per le più prestigiose istituzioni concertistiche suonando a Berlino (Philharmonie), Parigi (Salle Pleyel, Théâtre du Châtelet), Monaco di Baviera (Philharmonie am Gasteig), Francoforte (Alte Oper), Duesseldorf (Tonhalle), Tokyo (Metropolitan Art Space, Bunka Kaikan), Warsaw (Warsaw Philharmonic), Moscow (Great Hall of the Conservatory), Milano (Teatro alla Scala), Roma (Accademia di Santa Cecilia), Torino (Auditorium del Lingotto) con direttori come Yuri Temirkanov, Myun Wun Chung, Christian Thielemann, Daniele Gatti, Aldo Ceccato, Daniel Harding, Vladimir Yurowsky, Vladimir Spivakov, Isaac Karabtvchevsky, Daniel Oren. Presto considerato come uno dei piú importanti violinisti della sua generazione, è stato ospite di alcuni tra i maggiori festivals come Stresa, Napoli, Città di Castello, Kuhmo, Bodensee, Kfar Blum, Berliner Festwochen, Sarasota, Ravenna, Lione, Potsdam, Spoleto, Ljubjana e il Lockenhaus “Kammermusikfest” di Gidon Kremer. Negli ultimi anni ha gradualmente affiancato alla sua intensa attività di solista quella di direttore d’orchestra, collaborando con orchestre come la Royal Philharmonic Orchestra, l’Orchestra Filarmonica di Malaga, i Berliner Symphoniker, I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Fondazione “A. Toscanini”, l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’Orchestra da camera dell’Accademia di S. Cecilia, presso importanti istituzioni musicali quali Unione Musicale di Torino, Serate Musicali di Milano, Associazione Scarlatti di Napoli, Philharmonie am Gasteig di Monaco di Baviera, Konzerthaus di Berlino e Rudolphinum di Praga. Dal 2003 al 2005 ha ricoperto la carica di solista e direttore principale dell’Orchestra dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese e dal 2006 al 2008 è stato direttore artistico musicale dell’Orchestra della Fondazione I.C.O. “Tito Schipa” di Lecce. Nel febbraio 2007 ha debuttato come solista e direttore con la Philharmonia Wien al Musikverein di Vienna e nell’ottobre 2008 al Concertgebouw di Amsterdam dirigendo la Netherland Symphony. I prossimi impegni includono concerti come solista o direttore con i Berliner Symphoniker, la Netherland Symphony Orchestra, l’Orchestra Filarmonica di Malaga e l’Orchestra della Svizzera Italiana OSI. A Massimo Quarta sono stati conferiti il Premio Internazionale “Foyer Des Artistes” e il “Premio Internazionale Gino Tani per le Arti dello Spettacolo”. Ha inciso per la Philips e per la Delos le “Quattro Stagioni” di A. Vivaldi con l’Orchestra da Camera di Mosca, i 24 Capricci di Paganini per la casa inglese Chandos, per la Dynamic un cd con musiche di N. Paganini, e, sempre di Paganini, l’integrale dei 6 Concerti per violino e orchestra in versione autografa come violinista e direttore, integrale considerato “vera e propria pietra miliare per tutti gli appassionati del violino” (Il Giornale della Musica). Sempre per la Dynamic, nella veste di solista e direttore con l’Orchestra “Haydn” di Bolzano, sono stati pubblicati i Concerti n. 4 e 5 di H. Vieuxtemps. L’aspetto rivoluzionario dato alla rilettura del repertorio paganiniano, ha conquistato il pubblico e ha ottenuto ampi consensi dalla stampa internazionale (Premio CHOC di Le Monde de la Musique), assegnandogli un posto d’onore tra i più insigni violinisti (The Strad) e definendolo “la personificazione dell’eleganza” (American Record Guide). È docente di violino al Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano (Musikhochschule). Massimo Quarta suona il violino Antonio Stradivari “Conte De Fontana – ex D. Oistrakh” del 1702, gentilmente affidatogli dalla Fondazione Pro Canale di Milano.

PROGRAMMA DI SALA:

N. PAGANINI
Concerto n. 1  op. 6
per violino e orchestra

********

B. SMETANA
“La Moldava”
poema sinfonico

P. CIAJKOVSKIJ
“Lo schiaccianoci”  op. 71
suite dal balletto

wpcf-luogo:
Teatro Verdi - Terni

Log in or Sign Up

Questo sito o gli strumenti di Terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies, necessari al suo funzionamento o utili alle finalità indicate nella cookies Policy. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la cookie policy. Cliccando su Autorizza, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookies Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi