JAZZ E ALTRE VISIONI
PROIEZIONE DI TRE FILM DI GIANNI AMICO

Quest’anno il cartellone di Visioninmusica si arricchisce con un incontro cinematografico gratuito dedicato alla storia di Gianni Amico, regista di cinema e grande appassionato di jazz. L’appuntamento prevede la proiezione di tre film, due di Gianni Amico e uno di Germano Maccioni.

Introduzione alle proiezioni a cura di Olmo Amico

L’uomo amico 2014 (colore) 40′
regia di Germano Maccioni da un’ idea di Olmo Amico
Noi Insistiamo! Suite per la libertà subito 1964 (b/n) 20′
regia di Gianni Amico
Appunti per un film sul jazz 1965 (b/n) 40′
regia di Gianni Amico

Ingresso gratuito

BIOGRAFIA
Gianni Amico
nasce a Loano (Savona) il 27 dicembre 1933. Assiduo spettatore di cinema fin da ragazzo, dal 1960 al 1964 organizza la rassegna del cinema latinoamericano prima a Santa Margherita Ligure e poi a Sestri Levante. Nel 1962 si reca per la prima volta in Brasile, innamorandosi di quella “terra piena di contrasti”, dove farà il suo primo lungometraggio (Tropici) e dove avrebbe voluto poi girare un musical. Molti suoi film, a partire dal cortometraggio d’esordio del 1964, Noi Insistiamo! suite per la libertà subito (ispirato dalla composizione di Max Roach “We Insist”) recano il segno della sua passione per il jazz. Con Bernardo Bertolucci scrive le sceneggiature di Prima della Rivoluzione (1964) e di Partner (1968). Nel 1970 collabora con Jean Luc Godard (che gli dedicherà il capitolo inerente al cinema italiano nel suo Histoires du Cinémá) alla realizzazione di Vent d’est (Vento dell’est) e scrive con Glauber Rocha la sceneggiatura di Der leone have sept cabezas (Il leone ha sette teste). Nel 1983 idea e realizza con Renato Nicolini a Roma “Bahia de Todos os Sambas” la più grande manifestazione di Musica Brasiliana realizzata al di fuori del Brasile. Ne uscirà un vhs nel 1996 a cura delle edizioni elle-multimedia. Nel filmato sono presenti Caetano Veloso, Dorival Caymmi, Gal Costa, Gilberto Gil, Joao Gilberto, Nanà Vasconcellos ecc… Il suo ultimo progetto in fase di pre-produzione fu Django ispirato alla vita di Django Reinhardt, la cui sceneggiatura è a firma di Gianni Amico, Jean Louis Comolli ed Enzo Ungari. Muore a Roma il 2 novembre 1990.

Log in or Sign Up

Questo sito o gli strumenti di Terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies, necessari al suo funzionamento o utili alle finalità indicate nella cookies Policy. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la cookie policy. Cliccando su Autorizza, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookies Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi